IT | EN | DE | RU
CERCA E PRENOTA RICHIESTA +39 0342 990111
BOOKING
ONLINE
Miglior prezzo
garantito
SCOPRI I VANTAGGI ESCLUSIVI PER TE, SOLO PRENOTANDO DIRETTAMENTE SUL NOSTRO SITO:
  • 1. Miglior prezzo garantito
    Se trovi una tariffa più bassa per lo stesso periodo e per lo stesso tipo di camera su un altro sito internet, ti chiediamo, gentilmente, di contattarci per telefono o via mail e noi ti offriremo uno sconto addizionale del 10%. Molti siti di prenotazione viaggi on-line addebitano ulteriori tasse per la prenotazione. Quando prenoti direttamente da noi, otterrai sempre il miglior prezzo!

  • 2. Buono per l'ingresso all'Aquagranda
    Solo prenotando direttamente dal nostro sito, al momento dell'arrivo in hotel riceverai un biglietto valido per un ingresso all’Aquagranda: Wellness Park più alto d’Europa.

  • 3. Fashion Card
    La Fashion Card Lungolivigno è un prezioso strumento creato per i clienti più speciali, ti introdurrà nelle boutique Lungolivigno Fashion e nel mondo dello shopping d’alta quota in maniera lussuosa e privilegiata. La nostra card dà il diritto al 5% di sconto sui prezzi tax free di Livigno e molti altri privilegi.
Richiedi

Il tour delle 3 Nazioni

I racconti di viaggio di Elisabetta, Alessandro, Alfio

IL RACCONTO DI ELISABETTA

 

La mountainbike è per me un gioco. Ma anche una fuga dalla realtà, un appiglio nei momenti difficili, la mia vita qualcosa di stupendo. E che mi fa provare emozioni impensabili in altri momenti della mia giornata. Ma è anche una continua RICERCA per ogni biker: il single trail perfetto, il bosco più verde, la discesa più "flow", la montagna più alta... Il Dreilaender mi ha offerto tutte queste cose: sentieri magnifici, emozioni intense, la natura più vera, sfida, divertimento, nuove amicizie....fatica e sudore!!!

Ho scelto di partire da sola per molti motivi, da quelli più banali (ferie non allineate agli amici) a quelli più personali (ma noi donne dobbiamo aspettare sempre un uomo per fare qualcosa?! eh! eh!). Certamente i piensieri erano molti: riuscirò ad affrontare un guasto tecnico? sarò sempre raggiungibile al cellulare? e se mi faccio male?? e se sbaglio strada? Il mio consiglio è affrontare una cosa alla volta. Una sera si va a casa di un amico esperto e si impare a gestire qualche piccolo inconveniente tecnico (es. rottura della catena). Un'altra sera si va in un negozio specializzato e si compra un buon impermeabile.

E così via....senza dimenticare di fare un buon tagliando alla bici! Ad ogni modo l'assistenza offerta dai Bike Hotels è eccezionale. In ciascun albergo ho trovato grande competenza tecnica (mi è sempre stato chiesto se mi serviva un meccanico) e cartografica (ho ricevuto sempre ottimi consigli a proposito degli itinerari da seguire in relazione a eventuali variazioni meteo o cambiamenti di programma). Inoltre lungo i sentieri si è difficilmente da soli e tra bikers esiste grande allegria e solidarietà. Personalmente ho scelto di fare il tour più lungo, per il quale consiglio un buon allenamento e un quotidiano check preventivo del roadbook per evitare ogni dubbio lungo il percorso. Il tour più breve è invece alla portata di tutti, ma ugualmente emozionante e spettacolare. In sintesi quello che ho provato al termine del tour è stato un grande senso di libertà, appagamento, soddisfazione, felicità...E' stata un'esperienza fantastica che mi farà ritornare alla vita quotidiana certamente più forte. E non vi dico che supporto ho ricevuto dagli amici che mi seguivano da casa!!! Preoccupate infine per la solitudine?! Vi dirò che una donna non cena mai dai sola nel mondo dei bikers!!!! :) Buon Dreilander!!!! Elisabetta

 

IL RACCONTO DI ALESSANDRO

 

Il Dreilandertour...che dire...un'esperienza davvero bellissima, unica, indimenticabile, vissuta "tutta d'un fiato", condivisa personalmente in compagnia di amici (ero insieme ad altri 6 bikers tutti molto affiatati) e perchè no "fattibile" anche da soli (infatti non è difficile socializzare con i molti ciclisti che si possono incontrare per strada e nei tre alberghi). Tour adatto per tutti gli amati delle "ruote grasse" dai più allenati e "fanatici" come me ai meno preparati fisicamente, infatti la possibilità di scegliere ogni mattina alla partenza se optare per il percorso "A" (più "strong" per lunghezza chilometrica e per altimetria o per il tour "B" più "easy") dà la possibilità a tutti, ma proprio a tutti, anche ai meno allenati di affrontare in tutta tranquillità l'intero tour godendosi comunque fino in fondo le incantevoli bellezze paesaggistiche offerte dai percorsi sapientemente tracciati dagli organizzatori. Spettacolare e a prova di "cardio" (e di "cuore" in tutti sensi) la salita dalla Val Federia al rifugio Cassana...da brivido!!! All'arrivo mi sono trovato di fronte un paesaggio notevole, incantevole..da una parte l'Italia con la
 Val Federia e dall'altra la Svizzera con la Val Engadina!!! Wonderful!!! Fatica ripagata alla grande direi... L'emozione più grande?? Tante direi..per gli amanti come me delle "scalate" la salita su asfalto fino al Passo Umbrail da Santa Maria (15 km di tornanti infiniti!!!) e successivamente la prosecuzione su sterrato (sempre in salita ovviamente!!!) fino alla Bocchetta della Forcola...fantastico!!! In vetta sembrava di essere in paradiso con l'altimetro che mi segnava 2850m!!! Qui il paesaggio è davvero unico, da una parte lo Stelvio innevato con i 25 km di tornanti da Bormio fino al passo e dal'altra parte l'Ortler e uno scorcio di vallata meravigliosa...senza parole!!! Beh e che dire poi della Val Alpisella con le sorgenti dell'Adda...davvero molto molto suggestivo...Quale posto in particolare mi è rimasto maggiormente impresso?? Diversi...ma in particolare due, "in primis" la ValVenosta-Alta Rezia con la sua famosa pista ciclabile che costeggia tutto il lago e che culmina con il famoso campanile del paese di Curon sommerso nel lago artificiale di Rezia...quadretto idilliaco anche questo di notevole impatto visivo..."in secundis" e assolutamente impagabile la Val Duina con i suoi passaggi mozzafiato su un single track non pedalabile e ripidissimo...fantasticoo!!! Sentiero roccioso molto impervio ma di una bellezza rara!!! Dove ho incontrato le maggiori difficoltà?? Forse proprio qui (sentiero è stretto e per lunghi tratti non pedalabile però paesaggisticamente bellissimo per i passaggi nelle gallerie in mezzo alla roccia), un'emozione indescrivibile...provare per credere!!! Peccato solo per il tempo (c'era coperto e piovigginava) ma il panorama straordinario mi ha lasciato lo stesso senza fiato e...fatica provata subito "dimenticata..." Beh che altro dire...un'esperienza lunga quattro giorni davvero emozionantissima, per lunghi tratti da brivido, che rifarei subito...perciò..."See you soon Dreilandertour 2011!!!"

 

Galleria fotografica

Lungolivigno Hotels

Non perderti i dettagli di questa offerta